Implantologia guidata

Sapevi che l’implantologia si può guidare?

L’implantologia è cosiddetta guidata perché è computer assistita, ossia il computer viene utilizzato per facilitare sia la progettazione che l’esecuzione della chirurgia.

Il mondo virtuale è entrato anche nell’implantologia.

La possibilità di utilizzare dati provenienti dagli strumenti diagnostici (TAC o Cone Beam) assieme ad un software dedicato ( come ad esempio CoDiagnosix) consente di progettare l’intervento in virtuale, scegliendo il tipo e la posizione degli impianti. I dati elaborati dal software vengono comunicati al laboratorio specializzato che realizza un oggetto in plastica chiamato dima. Va applicata in bocca durante la chirurgia. Avendo dei fori direzionali nei quali si inseriscono le frese chirurgiche viene agevolato l’intervento. Il vantaggio maggiore si ha quando la cresta ossea è di uno spessore sufficiente da consentire la tecnica flapless ossia senza fare i tagli sulla gengiva ma utilizzando solamente dei piccoli forellini attraverso cui si introducono prima le frese e poi gli impianti.

The following two tabs change content below.

Paolo Paoloni

Ultimi post di Paolo Paoloni (vedi tutti)