Linee guida OSAS: finalmente anche in Italia…

Linee guida OSAS (sindrome delle apnee notturne)

Finalmente anche l’Italia si allinea con i paesi più evoluti (USA, Canada, Australia, Europa del nord) nel trattamento delle apnee ostruttive nel sonno con apparecchi orali. Dopo anni di insensibilità, forse anche sotto la spinta del lavoro svolto dalle Associazioni (SIMSO – Società Italiana di Medicina del Sonno in Odontoiatria-) che hanno cercato di richiamare l’attenzione sull’argomento è arrivato il documento ufficiale (del 2014) delle  Direttive adottate dal Ministero della Salute per la prevenzione ed il trattamento odontoiatrico della sindrome delle apnee ostruttive nel sonno (osas).  Si tratta di una strada ancora lunga da percorrere in quanto occorre che si diffonda tra le persone una sensibilizzazione generale,  ma è pur sempre un passaggio fondamentale, non solo perché la terapia della OSA con apparecchi orali entra a far parte di quelle ufficialmente consigliate, assumendo (quando ci sono le indicazioni) lo stesso valore della altre, come la terapia con CPAP, ma l’odontoiatra, avendo l’opportunità di visitare i pazienti almeno una volta all’anno, diventa una “sentinella diagnostica” quindi gli viene riconosciuta una funzione importantissima nella intercettazione di tale patologie. L’odontoiatra che ha una formazione specifica nella Medicina del Sonno conosce e gestisce con il paziente gli effetti collaterali che possono comparire nell’utilizzo di tali dispositivi (scialorrea, dolore ai denti, disturbi ai muscoli, difficoltà occlusali al mattino) e agire in modo da limitarli. Inoltre l’odontoiatra controlla il protrusore nel corso del tempo, in base alla risposta del paziente ai diversi gradi di riposizionamento mandibolare e alla sua tollerabilità. I controlli odontoiatrici devono essere eseguiti ogni sei mesi per il primo anno e poi a cadenza annuale per il controllo delle condizioni dento-parodontali, funzionali ed occlusali.

Puoi leggere il documento pubblicato nel sito del Ministero leggi l’articolo

 

The following two tabs change content below.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *